Digital transformation e cyber security oggi rappresentano un binomio inscindibile

Digital transformation e cyber security oggi rappresentano un binomio inscindibile. La prima sta cambiando il volto della realtà aziendale: ha modificato gli aspetti strutturali, le logiche di funzionamento e i modelli business. Consentendo di creare reti per la condivisione interna ed esterna d’informazioni, ha permesso di accelerare i tempi e migliorare l’efficienza dei processi. Basta pensare a quante operazioni oggi vengono fatte in remoto, liberando i lavoratori dalla schiavitù della scrivania. Senza garantire la giusta sicurezza, però, questo cambiamento rischia di rivelarsi un boomerang. La possibilità di condividere i dati a distanza fra più soggetti ha anche i suoi svantaggi: la quantità e sofisticatezza degli attacchi informatici è in costante aumento. Per questo custodire i dati e saperli criptare secondo gli standard più aggiornati diventa cruciale.

“I nostri clienti richiedono un livello di sicurezza sempre maggiore per condividere in cloud e lavorare da remoto in tranquillità”, conferma il responsabile dei sistemi informatici di Trebi, softwarehouse specializzata in servizi per operatori finanziari. I dati finanziari gestiti da Trebi per conto terzi sono altamente sensibili e per questo l’azienda ha deciso di adottare le soluzioni IBM rivolgendosi ad ottobre 2018 a Mauden, IBM Platinum Business Partner. Mauden ha studiato e implementato una infrastruttura basata su nuova tecnologia Power e Storage All Flash IBM. “Ora abbiamo maggiore potenza di calcolo, che rende più agevole qualsiasi operazione in remoto e abbassa i rischi legati alla perdita o al furto dei dati”.

Oggi i clienti finali delle società di leasing fornite da Trebi, ad esempio, possono accedere direttamente ai loro contratti in tutta sicurezza: il cliente che ha acceso un leasing può caricare direttamente la pratica sul server della società che lo gestisce e il cliente può seguire da casa l’andamento del contratto e dei suoi pagamenti.

“Per gestire flussi imponenti d’informazioni e garantire accesso sicuro alle banche dati degli istituti finanziari, servono macchine aggiornate e tempi di risposta brevi”, sottolinea il responsabile IT.

Le soluzioni sviluppate da Mauden hanno portato a una riduzione dello spazio fisico occupato e a un notevole risparmio energetico. Questo, in poche parole, significa essere agili e pronti per affrontare le sfide dell’industria 4.0: adattare le piattaforme alle necessità di business in continuo cambiamento garantendo un flusso di attività sicuro e continuo, senza ritardi o intoppi.

“Abbiamo guadagnato in affidabilità, soprattutto verso fine mese quando le procedure di elaborazione complesse a volte rallentavano il lavoro”, conclude. “Grazie alla nuova tecnologia IBM adottata, oggi sappiamo di poter garantire ai nostri clienti la disponibilità di tutte le funzioni in qualsiasi momento”.