IBM z16 – Presentata la nuova generazione della famiglia Z. L’analisi di Mauden

La tecnologia IBM z16 è stata progettata per creare

IBM ha annunciato l’ultima aggiunta alla sua serie Z di mainframe.
Ogni volta che si parla di mainframe la mente corre automaticamente agli oggetti di antiquariato. in realtà, però, si tratta di un sistema di elaborazione ancora molto diffuso in alcuni ambiti soprattutto quello transazionale.
Infatti, un recente studio condotto da IBM ha rivelato che la famiglia IBM zSystems esegue “il 70% delle transazioni globali”, e c’è un’area particolarmente degna di nota in cui questo mainframe vuole aiutare: la lotta alle frodi per ridurre le perdite di ogni tipo di transazioni finanziarie.
IBM z16 arriva porta con sé una maggiore potenza di elaborazione concentrandosi sull’integrazione dell’intelligenza artificiale per rilevare le frodi in tempo reale grazie all’uso del processore Telum.

 

IBM Telum potenza, sicurezza e integrazione

Il sistema Telum a co-processori potenzia e semplifica l’adozione dell’A.I. all’interno del Mainframe e quindi una riduzione di latenza nell’esecuzione di istruzioni che nel passato comportavano tempi non ottimali con un utilizzo massivo di questo tipo di richieste. Vi sono inoltre co-processori che consentono la creazione di una efficace barriera ad attacchi malevoli ai dati ed ai processi aziendali e che accelerano funzioni quali il SORT o la compressione dei dati consentendo una più veloce esecuzione di attività ed una efficiente memorizzazione delle informazioni.
IBM Telum, combina quindi la potenza dell’A.I. con l’elaborazione di  un numero di transazioni elevato e un livello di sicurezza e affidabilità molto alti infatti è in grado di elaborare 300.000 milioni di operazioni giornaliere con una latenza di solo un millisecondo, a differenza degli 80 ms precedenti, e sfruttare l’inferenza del deep learning in transazioni di alto valore.

 

Evoluzione e sicurezza nei processi aziendali

Dovendo far fronte ai rapidi cambiamenti che il mondo impone, le aziende hanno quindi bisogno di sistemi informativi che possano affrontare questa dinamicità con lo sviluppo di applicazioni che aiutino il business a crescere e rispondere alle nuove esigenze degli utenti finali mantenendo i più elevati standard di efficienza e sicurezza.
In particolare, l’evoluzione del settore finanziario, insieme a tendenze come i pagamenti in tempo reale o metodi di pagamento alternativi come le criptovalute, stanno aumentando la pressione ed evidenziando la necessità di nuove tecniche di rilevamento delle frodi e IBM Z16 soddisfa perfettamente questa esigenza!

 

IBM z16, Protezione dei dati con il primo sistema a sicurezza quantistica del settore

Mauden può “accompagnare” tutti i clienti Z in un processo di Mainframe Modernization volto a sfruttare a pieno la nuova funzionalità della macchina e rendere più veloce e più sicuro il proprio business soprattutto in un ambiente di cloud ibrido che include risorse locali e cloud pubblici in cui è fondamentale proteggere i propri dati.
IBM z16 fa un ulteriore passo avanti nella resilienza informatica proteggendo i dati dalle minacce future che potrebbero evolversi con i progressi dell’informatica quantistica.

 

Mainframe o cloud? La risposta è: entrambi!

Grazie al nuovo IBM z16, è possibile aumentare l’agilità e la flessibilità adottando un modello Hybrid Cloud che permette sfruttare la flessibilità e la convivenza all’interno dello stesso sistema elaborativo di più ambienti, modernizzando le applicazioni e ottimizzando al contempo l’integrazione tra quelle core con quelle cloud native.